ITALY MUSEUM: Biglietti Musei Italiani. Visite Guidate ed Escursioni
Tour Operator Italiano Ufficiale

Mappa di Milano

PERCHÉ VISITARE MILANO?

Milano, la capitale della moda italiana, è esibizionista, lussuosa e chic. Ma non solo, Milano è una città cosmopolita e aperta in cui i cinque sensi sono mescolati con la cultura, l'arte e la gastronomia e le tendenze sono visibili in ogni angolo.

UN PO' DI STORIA DI MILANO

Milano fu fondata nel 600 a. C. dai Celti come Midland o Medelhan. Nel 222 a. C. fu conquistata dai romani con il nome di Mediolanum, "terra di mezzo", probabilmente perché si trova tra le Alpi e gli Appennini al centro della pianura lombarda. Iniziò il suo sviluppo economico favorito dalla sua posizione e tra il 286 e il 402 d.C. fu capitale dell'Impero Romano d'Occidente. Dopo la caduta dell'Impero Romano la città fu occupata da Heruli e Ostrogoti e durante le guerre gotiche tra Bizantini e Ostrogoti, la città fu saccheggiata e la popolazione divenne schiava. Il generale Bizantino Narses la ricostruì e nel 569 fu conquistata dai Longobardi fino all'arrivo di Carlo Magno.
Alla fine dell'ottavo secolo, Milano riconquistò la sua antica prosperità e nell'undicesimo secolo, governata dagli arcivescovi, diventò prospera. Nel 1162 fu devastata da Federico I Barbarrossa e riprese la sua crescita nel 1176 dopo la battaglia di Legnano. Tra il 1277 e il 1447 la città era sotto il potere dei Visconti. Il più grande boom della città fu raggiunto con Gian Galeazzo Visconti, duca della città tra il 1351 e il 1402.
Durante il Quattrocento, il ducato di Milano fu governato dalle famiglie Visconti e Sforza che avevano al loro servizio artisti della portata di Leonardo da Vinci e Bramante. All'inizio del secolo XVI i Valois, casa regnante in Francia, rivendicò i propri diritti su Milano, il periodo più lungo del suo dominio si verificò durante il regno di Francisco I di Francia. Dopo la sconfitta francese nella battaglia di Pavia, Milano si ritrovò sotto il dominio spagnolo, con l'imperatore Carlo V, dominio che durò fino al 1713, anno in cui la città fu ceduta all' Austria.
Dopo la Rivoluzione Francese fu occupata da Napoleone e successivamente diventò uno dei principali centri del nazionalismo italiano, rivendicando la sua indipendenza e l'unificazione italiana. Nel 1859 l'Austria cedette il suo controllo al Regno di Piemonte-Sardegna, che due anni dopo divenne il Regno d'Italia. Nel 1877 fu inaugurata la famosa Galleria Vittorio Emanuele II, pioniera dei moderni centri commerciali e l'espansione dell'architettura del ferro.
Nel Novecento, Milano divenne il simbolo della città del socialismo e fu anche la culla del movimento fascista. Il 25 aprile 1945 la rivolta partigiana partì da qui per portare così la liberazione dall'occupazione nazista e dal regime fascista al termine della seconda guerra mondiale. Durante la seconda metà del Novecento, Milano è stata uno dei motori della ricostruzione industriale e culturale del paese.

COS'È OGGI MILANO?

Attualmente Milano è una città con quasi sette milioni di abitanti nella sua area metropolitana. È un importante centro commerciale e industriale a livello internazionale ed è il quartiere economico della finanza, della moda e dell'industria italiana. Inoltre, Milano è la sede della Borsa di Milano, uno dei centri finanziari più importanti d'Europa. È anche uno dei più grandi centri universitari, editoriali e televisivi in Europa avendo anche i più alti grattacieli in Italia.

CURIOSITÀ SU MILANO

Sapevi che à Milano è nato il fascismo italiano? Il 22 marzo 1919, Mussolini fece i primi passi, cominciando dalla lotta nelle strade e dalle molestie alla maggioranza socialista della città, iniziò anche l'assalto ai giornali dei lavoratori e la repressione dei comitati di fabbrica. Nel 1943 venne organizzato uno sciopero generale presso le fabbriche di Milano e venne istituito il comitato di liberazione nazionale che contribuì alla caduta del regime fascista.
Sapevi che il Duomo di Milano è la quinta più grande cattedrale del mondo? Questa maestosa cattedrale in stile gotico può ospitare più di 40.000 persone. La sua costruzione è durata cinque secoli! La prima pietra fu posata nel 1386 e fu completata nel 1965.
Sapevi che Milano è una delle più famose capital  della moda? Sicuramente se lo sapevi, non sapevi che a Milano si tengono circa 750 spettacoli di moda in media l'anno. Inoltre, dispone di 3.657 negozi e stabilimenti dedicati all'abbigliamento e anche se difficile da credere conta ben 997 negozi di scarpe e di articoli in pelle.

ATTRAZIONI DI MILANO

Però Milano non è solo moda e industria, nella tua visita in questa affascinante città non dimenticare di visitare le seguenti attrazioni (vedi la mappa di Milano):
Duomo di Milano: l'imponente Cattedrale di Milano è senza dubbio il simbolo più famoso di questa città. Le sue origini risalgono al XIV secolo, ma costituisce l'essenza del gotico che caratterizza la città con una bellezza marmorea unica.
L'Ultima Cena: questo affascinante affresco, il capolavoro di Leonardo Da Vinci, si trova nell'antico refettorio dei domenicani nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie ed è una delle immagini più note del mondo e uno dei migliori esempi del Rinascimento .
Galleria di Vittorio Emanuele II: nota come il "salotto" di Milano, è un gioiello architettonico e ospita al suo interno firme come Prada, Gucci, Roberto Cavalli, Etro, D & G o Armani.
La Scala di Milano: la casa lirica della città, un omaggio alla musica, fu inaugurata nel 1778, è un must nella tua visita se sei un amante dell'opera e ovviamente se vuoi raccogliere esperienze uniche.
Pinacoteca di Brera: è stata fondata da Napoleone Bonaparte all'inizio del XIX secolo e oggi è una delle principali gallerie d'arte italiane. Ha anche una magnifica collezione artistica accumulata attraverso acquisti e donazioni.

Milano: Attrazioni