ITALY MUSEUM: Biglietti Musei Italiani. Visite Guidate ed Escursioni
Tour Operator Italiano Ufficiale

Ca d'Oro

Tutte le Categorie

Biglietti

Ca d'Oro: prenota i tuoi biglietti ora!

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Biglietti salta fila per la Ca d'Oro

Biglietti

Biglietti salta fila per la Ca d'Oro

Meravigliosi dipinti, sfarzose sale, arazzi, sculture, mobili antichi e molto altro, tutto da scoprire nella Ca' d'Oro! 

  • ingresso prenotato

  • conferma per email

  • Ingresso prioritario

  • voucher elettronico accettato

A partire da 4.50 €

Prenota

PERCHÉ VISITARE LA CA’ D'ORO – GALLERIA FRANCHETTI?

Perché la Ca’ d’Oro è uno dei più affascinanti palazzi tardogotici veneziani ed al suo interno è possibile ammirare la collezione d’ arte di cui il barone Giorgio Franchetti fu ideatore e promotore ed alla quale donò le opere che facevano parte della sua collezione personale. Nel tempo la collezione del barone venne ampliata con opere rinascimentali che provenivano da alcuni edifici religiosi demoliti e dal Museo Archeologico di Venezia.
Oggi la “Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro” include dipinti rinascimentali che provenivano dalla Toscana, dall’ Emilia, dall’ Umbria e dalla Lombardia, sculture, bronzi ed arazzi, la sezione dedicata alle ceramica ed alcune opere di artisti famosi fra cui Tintoretto, Tiziano, Van Dyck ed il Mantegna.

UN PÒ DI STORIA DELLA CA’ D'ORO – GALLERIA FRANCHETTI

Nel 1400 un nobile mercante e politico veneziano, Marino Contarini, sposò Soramador Zeno che gli portò in dote alcune proprietà tra cui una costruzione molto imponente su Canal Grande che il Contarini decise di demolire per costruire al suo posto un nuovo, sfarzoso palazzo. A partire dal secondo decennio del 1400 lavorarono al nuovo palazzo maestranze differenti delle quali si possono notare i diversi stili ornamentali.
Il palazzo venne tramandato alle nipoti del Contarini ed in seguito passò in mano a differenti proprietari che apportarono via via alcune modifiche alla struttura interna del palazzo. Verso la fine dell’ 800 il barone Giorgio Franchetti era il proprietario dell’ edificio e stipulò con lo stato italiano, un accordo affinchè lo Stato gli garantisse il rimborso delle spese sostenute nel restauro del palazzo col tentativo di riportarlo il più possibile al suo aspetto quattrocentesco. Sempre il barone Franchetti, collocò all’ interno del palazzo alcune opere d’ arte perché voleva che l’ edificio diventasse un museo. Dopo la morte del barone e conclusi i lavori di restauro, questa volontà diventò realtà e, nel 1927, la Galleria della Ca’ d’Oro venne inaugurata.

COS'È OGGI LA CA’ D'ORO – GALLERIA FRANCHETTI?

Il palazzo della Ca d’Oro ospita oggi una ricca collezione d’ arte. E’ un edificio in stile tardogotico veneziano che possiede un fascino singolare anche per la straordinaria suddivisione degli elementi architettonici che traggono spunto dall’ arte orientale, per la bellezza dei marmi e delle decorazioni interne. Molto interessante la stupenda corte interna con le logge, il pavimento con mosaici e la vera da pozzo opera di Bartolomeo Bon.
Oggi, anche per merito del restauro voluto dal barone Franchetti, la Ca’ d’Oro presenta il suo originale caratteristico aspetto e la Galleria dedicata a Giorgio Franchetti raccoglie oggi un insieme di sculture, pitture, bronzi ed una vasta sezione di ceramiche.

CURIOSITÀ SULLA CA’ D'ORO – GALLERIA FRANCHETTI

Sapete che la Ca’ d’Oro è un edificio famoso in tutto il mondo per essere uno dei più antichi edifici di Venezia in stile gotico veneziano. Il nome di Ca’ d’Oro deriva dal fatto che originariamente la facciata era in parte ricoperta d’ oro. Per l’ epoca era molto insolito che un palazzo prendesse nome dalle sue caratteristiche decorative e non dal nome del suo proprietario.
Sapete che Giorgio Franchetti era un mecenate ed un collezionista di opere d’ arte, discendente di una famiglia di banchieri che finanziò le campagne a favore del Risorgimento. Anche se il padre lo avrebbe voluto con sé a condurre gli affari di famiglia, il suo amore per l’ arte lo porto a viaggiare e a collezionare nel tempo una discreta quantità di opere che dettero poi il via alla Galleria della Ca’ d’Oro. Le sue ceneri riposano nell’ atrio del palazzo da lui tanto amato.

COME POSSO VISITARE LA CA’ D'ORO – GALLERIA FRANCHETTI?

Se desiderate visitare la stupenda Ca’ d’Oro potete acquistare online il biglietto con ingresso prioritario.

ALTRE ATTRAZIONI

La Ca' d’Oro si affaccia sul Canal Grande, navigando il Canale e passando dal celebre Ponte di Rialto, potrete avere una romantica visione della città e dei suoi luoghi di interesse artistico; passerete davanti a Ca’ Rezzonico, alla casa di Carlo Goldoni ed alle Gallerie dell’ Accademia. Utilizzando la Mappa di Venezia potrete organizzare al meglio le visite ai monumenti di questa città unica al mondo.
Potrete visitare Piazza San Marco con la Basilica di San Marco ed i Musei di San Marco che fanno parte così come i Musei civici veneziani, dei musei visitabili con il Venice Museum Pass che propone un biglietto cumulativo con il quale potrete visitare il Palazzo Ducale, il Museo Correr, il Museo Archeologico e la Biblioteca Nazionale Marciana che fanno parte dei Musei di Piazza San Marco. Particolarmente interessante il percorso degli Itinerari Segreti di Palazzo Ducale.
Partendo dalla piazza potrete visitare gli altri musei compresi nel Pass come il Palazzo Mocenigo, che si trova, risalendo il Canale, oltre la Ca’ d’ Oro ed è uno splendido palazzo del XVII secolo, la Ca’ Pesaro dove potrete visitare la Galleria Internazionale d’Arte Moderna in un elegante palazzo affacciato sul Canale o ancora il Museo di Storia Naturale all’ interno del Palazzo Fontego dei Turchi.
Fanno parte della Laguna Veneta anche alcune piccole isole sulle quali sorgono dei centri abitati molto caratteristici come Murano, Burano e Torcello. A Murano, nota per la sua storica attività di lavorazione del vetro, è possibile visitare il Museo del Vetro che fa sempre parte dei Musei civici di Venezia, visitabili con il Venice Museum Pass, così come il Museo del Merletto a Burano.

Venezia: Attrazioni