ITALY MUSEUM: Biglietti Musei Italiani. Visite Guidate ed Escursioni
Tour Operator Italiano Ufficiale

Cenacolo Vinciano

Tutte le Categorie

Biglietti

Tour Privati

Cenacolo Vinciano: prenota i tuoi biglietti ora!

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Ingresso al Cenacolo di Leonardo con libro-ricordo

Biglietti

Ingresso al Cenacolo di Leonardo con libro-ricordo

Visita il Cenacolo Vinciano e porta a casa un souvenir speciale!

  • ingresso prenotato

  • conferma per email

  • voucher elettronico accettato

A partire da 22.50 €

Prenota

Cenacolo Vinciano: goditi il tuo tour con una guida privata!

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Visita privata al Cenacolo Vinciano e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Tour Privati

Visita privata al Cenacolo Vinciano e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie

La tua guida privata ti accompagnerà nella visita del Cenacolo e della stupenda chiesa di Santa Maria delle Grazie

  • ingresso prenotato

  • conferma per email

  • voucher elettronico accettato

  • guida privata

  • Durata: 1h30

A partire da 47.00 €

Prenota

PERCHE' VISITARE IL CENACOLO VINCIANO

Perché avrete modo di vedere dal vivo un’ opera di altissimo livello dipinta da uno dei più grandi artisti italiani. Nell’ Ultima Cena Leonardo ha posto Gesù al centro del dipinto che costituisce l’ asse centrale della scena, il complesso è molto bilanciato e studiato nei minimi particolari. Anche gli apostoli divisi in quattro gruppi sono sistemati in modo da contribuire alla simmetria generale e ciò che Leonardo ha voluto comunicare è il senso di propagazione dell’ annuncio fatto da Gesù udito sempre meno dagli apostoli man mano che si allontanano dal centro della scena ed al tempo stesso le emozioni ed i pensieri degli apostoli, traducendoli in gesti ed atteggiamenti.
Le figure raffigurate sono, a partire dalla parte più lontana del tavolo alla destra di Gesù, Bartolomeo, Giacomo Minore e Andrea, nel secondo gruppo sono raffigurati Pietro, Giuda e Giovanni accanto a Gesù. Partendo dal lato alla sinistra di Gesù troviamo Tommaso, Giacomo Maggiore e Filippo e nell’ ultimo gruppo vi sono Matteo, Simone e Taddeo. Dal modo in cui ogni apostolo è rappresentato, Leonardo ci trasmette il carattere di ognuno e la reazione diversa che ognuno ha per la notizia appresa.

UN PO' DI STORIA DEL CENACOLO VINCIANO

Nel periodo che va dal 1494 al 1497, per volere di Ludovico il Moro, Leonardo da Vinci realizza quello che diventerà poi il celebre dipinto dell’ Ultima Cena nell’ex refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie a Milano. Rappresenta l’ Ultima Cena che Gesù fece con gli Apostoli durante la Pasqua ebraica. Questa è la cena in cui Gesù celebrò la sua Ultima Cena e nella quale disse che Giuda lo avrebbe tradito e Pietro rinnegato.
Per realizzare l’ opera Leonardo utilizza, invece del classico metodo dell’ affresco che non ama, una tecnica mista “a secco” con una miscela di tempera e pittura ad olio posata sull’intonaco in modo da avere il tempo, in corso d’ opera, di apportare modifiche al dipinto. Questa tecnica però è la causa del precoce deterioramento dell’ opera di Leonardo che si rovina a pochi anni dalla sua creazione: molti sono stati i restauri necessari affinchè il dipinto non andasse perduto.

COS'È OGGI IL CENACOLO VINCIANO

Il Cenacolo o Ultima Cena di Leonardo da Vinci è una delle opere più famose del mondo. Nel dipinto viene raffigurato il momento in cui Cristo annuncia ai discepoli che uno di loro lo avrebbe tradito. Attorno alla figura principale di Gesù, tutti gli apostoli divisi in gruppi di tre reagiscono alla frase appena udita. La scena è illuminata da una luce limpida che fa risaltare i particolari del dipinto come i piatti, i bicchieri ed il cibo presente sulla lunga tavola. Il dipinto di Leonardo ha dimensioni pari a 460x880 cm ed è posto nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie, luogo in cui i frati consumavano i loro pasti.

CURIOSITÀ SUL CENACOLO VINCIANO

Sapete che il rifiuto di Leonardo all’ utilizzo della tradizionale tecnica di affresco portò il dipinto ad un disfacimento precoce che rese necessario un gran numero di interventi di restauro? Nel dipinto la matematica e la geometria hanno un ruolo fondamentale e suggeriscono un rapporto di 1:3 come linea guida dell’ opera; tre sono le finestre dietro a Gesù, tre le vele sul soffitto e tre il numero degli apostoli in ogni gruppo.
Sapete che i piatti mangiati nell’ Ultima Cena sono quelli tipici della Pasqua ebraica che ricorda la fuga degli ebrei dall’ Egitto? Le pietanze erano varie e comprendevano principalmente agnello arrostito, pane azzimo, erbe amare, charoset e vino.

COME POSSO VISITARE IL CENACOLO VINCIANO?

La prenotazione dei biglietti per il Cenacolo Vinciano è obbligatoria, nonostante i posti disponibili non siano molti, ci sono diversi modi per poterlo visitare: il semplice biglietto d’ingresso, spesso abbinato ad un interessante libro da ritirare al negozio di souvenir del museo; le visite guidate in gruppo, che permettono al visitatore di ammirare, oltre al capolavoro di Da Vinci, i luoghi più importanti di Milano come il Duomo, il Castello Sforzesco, la Chiesa di San Maurizio, il Chiostro delle Rane, Parco Sempione, Eataly e molto altro; le visite con guida privata per poter ammirare al meglio questa inestimabile opera d’arte.

ALTRE ATTRAZIONI

Il Cenacolo Vinciano si trova nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Se volete sapere di più sulla vita e le opere di Leonardo da Vinci a Milano, visitate anche la Vigna di Leonardo, dono di Ludovico il Moro all’ artista nel periodo in cui egli stava lavorando all’ Ultima Cena. Se l’ arte vi affascina, a Milano potrete inoltre visitare due importanti gallerie d’ arte, la Pinacoteca di Brera e la Pinacoteca Ambrosiana. Da non perdere nella vostra visita il Duomo di Milano e la piazza omonima dalla quale si accede alla famosa Galleria Vittorio Emanuele II.
Utilizzando la Mappa di Milano, non lontano dal Duomo e dalla Galleria Vittorio Emanuele II, troverete il Teatro della Scala, principale teatro d’ opera di Milano, e la Piazza Mercanti che, in epoca medievale, rappresentava il centro della vita cittadina. Un altro importante edificio storico della città è l’ imponente Castello Sforzesco all’ interno del Parco Sempione, che conserva un' importante opera scultorea di Michelangelo, la Pietà Rondanini. Non lontano troverete anche la chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore e se volete proseguire il vostro tour della città scoprendo opere d'arte contemporanea recatevi in Piazza degli Affari, dove troverete la scultura L.O.V.E. di Maurizio Cattelan che rappresenta una mano con tutte le dita mozzate eccetto il dito medio.
Nei dintorni milanesi potrete inoltre visitare città e luoghi turistici molto belli. Potrete visitare Torino, il capoluogo del Piemonte, con la famosa Mole Antonelliana, oppure Mantova, città della Lombardia in cui ammirare l’ architettura rinascimentale. Potrete spingervi nella cittadina di Bellagio o di Lecco sul Lago di Como o visitare altri bellissimi laghi del Nord Italia, il lago Maggiore ed il Lago di Garda.

Milano: Attrazioni