ITALY MUSEUM: Biglietti Musei Italiani. Visite Guidate ed Escursioni
Tour Operator Italiano Ufficiale

Pinacoteca di Brera

Tutte le Categorie

Biglietti

Pinacoteca di Brera: prenota i tuoi biglietti ora!

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Biglietti salta fila per la Pinacoteca di Brera

Biglietti

Biglietti salta fila per la Pinacoteca di Brera

Prenota il tuo orario d'ingresso e scopri i capolavori di grandi artisti!

  • ingresso prenotato

  • conferma per email

  • Ingresso prioritario

  • voucher elettronico accettato

A partire da 6.00 €

Prenota

PERCHE' VISITARE LA PINACOTECA DI BRERA

Perché alla Pinacoteca di Brera troverete lo splendore dell’ arte italiana ed il talento di alcuni dei suoi principali maestri in più di 400 opere. Sicuramente da non perdere Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello, La Cena di Emmaus di Caravaggio, il Ritrovamento del corpo di San Marco del Tintoretto, il Cristo Morto del Mantegna, la Pala di Montefeltro di Piero della Francesca ed altre stupende opere di artisti come Hayez, Van Dyck e Boccioni. Nel cortile del Palazzo di Brera si trova la statua bronzea di Napoleone come Marte pacificatore di Antonio Canova.

UN PO' DI STORIA SULLA PINACOTECA DI BRERA

La Pinacoteca di Brera venne istituita nel 1809 anche se una piccola quantità di opere esisteva già dal 1776 e aveva scopo didattico per l’ Accademia di Belle Arti creata da Maria Teresa d’ Austria. La prima raccolta di opere diventò poi un museo per volere di Napoleone, quando Milano fu proclamata capitale del Regno Italico. Questo museo aveva lo scopo di mostrare tutte le opere conquistate dall’ esercito di Napoleone. Nel 1800 poi, con la soppressione di un gran numero di ordini religiosi, molti dipinti provenienti dalle chiese entrarono nella collezione della Pinacoteca ed allo stesso modo la collezione si arricchì di dipinti provenienti dai vari dipartimenti del Regno Italico.
Alla caduta del governo di Napoleone, con il congresso di Vienna, si stabilì che i beni sottratti dovessero essere restituiti ai proprietari originari e quindi anche alcune opere della Pinacoteca vennero restituite. La crescita della collezione comunque continuò grazie alle donazioni dei privati e nel 1882 la Pinacoteca si separò dall’ Accademia. Durante la prima guerra mondiale le opere della collezione furono portate a Roma e quando rientrarono a Milano il nuovo allestimento fu curato da Ettore Modigliani.

COS'È OGGI LA PINACOTECA DI BRERA

La Pinacoteca di Brera è una galleria d’ arte che espone raccolte di pittura italiana, soprattutto lombarda e veneta. La sede della Pinacoteca è all’ interno del Palazzo di Brera dove hanno sede anche la Biblioteca Nazionale, l’Osservatorio, l’Orto Botanico, l’ Istituto Lombardo di scienze e lettere e l’Accademia di Belle Arti.
Le opere esposte sono prevalentemente pittoriche e tra le oltre 400 opere che racchiudono un periodo storico artistico che va dal trecento alle avanguardie, si possono ammirare dipinti di Raffaello, Caravaggio, Mantegna, Fattori, Bellini e Canaletto.

CURIOSITÀ SULLA PINACOTECA DI BRERA

Sapete che il complesso di Brera prende nome dalla terra su cui fu costruito chiamata “breda” o “braida” che significa campo incolto? Dalla parola “braida” deriva il termine “braidense” che venne associato alla biblioteca. Oggi il quartiere di Brera a Milano è uno dei più caratteristici della città.
Sapete che uno dei dipinti più celebri della Pinacoteca è Lo sposalizio della Vergine di Raffaello? Quest’opera di grande bellezza ritrae Maria e Giuseppe nel momento dello scambio della fede nuziale. La leggenda narra che venne dato un bastone a tutti i pretendenti di Maria, ma l’ unico bastone che fiorì fu quello di Giuseppe che quindi la sposò. In primo piano infatti è dipinto uno dei pretendenti che rompe il suo bastone ormai inutile.

COME POSSO VISITARE LA PINACOTECA DI BRERA?

Acquistando online il biglietto per la Pinacoteca di Brera è possibile usufruire del servizio di ingresso prioritario.

ALTRE ATTRAZIONI

La Pinacoteca di Brera e la Pinacoteca Ambrosiana sono due delle più importanti Gallerie d’ Arte di Milano. Se siete appassionati di arte italiana, non potete perdervi il dipinto di Leonardo da Vinci nel refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie: il Cenacolo Vinciano, che rappresenta il momento il cui Cristo annuncia ai discepoli che verrà tradito da uno di loro, una delle opere italiane più famose nel mondo. Se volete scoprire altro sulla vita di Leonardo da Vinci a Milano, visitate anche la Vigna di Leonardo che fu donata all’artista da Ludovico il Moro e di cui Leonardo si prese cura per tutta la vita.
Visitando il centro della città, con la Mappa di Milano, potrete visitare innanzitutto il Duomo di Milano, la principale chiesa della città costruita in marmo bianco e rosa ed in stile prevalentemente gotico è oggi un simbolo di questa città. Da Piazza del duomo potrete raggiungere la Galleria Vittorio Emanuele II, il “Salotto di Milano” che è oggi una galleria principalmente commerciale che mantiene il fascino del suo stile neoclassico e neorinascimentale, oppure andare a visitare Piazza Mercanti, centro politico cittadino fino al XVIII secolo.
Altri importanti edifici della città sono il Teatro alla Scala, non lontano dalla Galleria Vittorio Emanuele II, ed il Castello Sforzesco, situato all’ interno del Parco Sempione, il parco più grande del centro di Milano; qui troverete anche il museo che ospita la famosa Pietà Rondanini di Michelangelo. Se invece volete vedere un’ opera di arte contemporanea, recatevi in Piazza Affari dove troverete l’ opera L.O.V.E. acronimo di “Libertà, Odio, Vendetta, Eternità” di Cattelan collocata di fronte al Palazzo della Borsa.
Se avrete il tempo di visitare le zone intorno al capoluogo lombardo potrete vedere altre due importanti città del nord Italia, Torino e Mantova oppure fare una gita nelle zone vicine ai laghi come Como, Bellagio e Lecco sul Lago di Como o visitare il Lago di Garda ed il Lago Maggiore.

Milano: Attrazioni